Spezzatino dal Millericette con una piccola variazione – Variation of a stew from “Millericette”

– – – – – – – – – In italiano

Il Millericette è una delle raccolte di ricette tradizionali più famose in Italia e credo che non abbia bisogno di molte presentazioni. Da oltre quarant’anni ci sono ristampe su ristampe.

Mia madre ne ha una versione più antica, con una bellissima copertina beige-grigia, disegni quasi antichi e ormai usata da più di vent’anni.

Io ne ho ricevuta una nuova proprio dai miei un po’ di anni fa, al mio primo anno di università. E’ della casa editrice A. Vallardi e la mia costava 14 euro. Nonostante il limite di peso dell’aereo, me la sono portata in Giappone. Non pesa molto, comunque =).

Il libro per me presentava alcuni problemi all’inizio, ma adagio adagio ho imparato alcuni trucchi in cucina e ora posso usare queste ricette variandole leggermente o facendo alcuni passi in più non previsti dalla ricetta tradizionale. E’ un ottimo libro per provare delle ricette tradizionali, ma bisogna stare attenti a provarle quando si ha molto tempo, visto che non c’è segnato il tempo previsto e molte prevedono una preparazione e una cottura lunghetta. I risultati sono comunque in genere più che soddisfacenti. Ah, e non sono dietetiche =). Per niente.

Una delle ricette che preferisco è lo spezzatino.

La ricetta prevede questi ingredienti per 4-6 persone:

  • 500 gr di spalla o costole scoperte di vitello (io uso anche un taglio magro di maiale)
  • 40 gr di burro
  • 2 cucchiai di olio d’oliva
  • 1 cipolla
  • 1 limone
  • circa due mestoli di brodo (vi suggerisco quello di manzo se volete insaporire un po’ la carne – attenti che contiene sale, quindi regolatevi con il condimento)
  • 1 tuorlo d’uovo
  • sale e pepe
  • + farina q.b. per infarinare un po’ la carne (NON previsto dalla ricetta)
  • + due foglie di alloro (NON previsto dalla ricetta)

Mettete la cipolla tritata in una casseruola con il burro e l’olio e fatela insaporire. Tagliate la carne a pezzi. Infarinate leggermente la carne. Questo permette di mantenerla più tenera, basandomi sui miei esperimenti =).

Unite la carne tagliata a pezzi alla cipolla e condite con sale e pepe. A fuoco ardente fate rosolare con l’alloro e aggiungete due mestoli di brodo. Lasciate cuocere per 45 minuti circa a fuoco dolce, mescolando ogni tanto.

Verso la fine della cottura, preparate il tuorlo d’uovo sbattuto con il succo del limone.

A cottura ultimata, togliete lo spezzatino dalla casseruola e tenetelo al caldo. Versate nell’intingolo nella casseruola il tuorlo sbattuto con il succo di limone.

Mescolate e quando la salsa si sarà fatta densa, versatela sulla carne e servite il tutto caldissimo.

– – – – – – – – – English version
Millericette is one of the most famous traditional recipe books in Italy and I doubt it needs an introduction. There have been a number of editions printed for over 40 years.

My mother has an older edition, with a beautiful gray-beige cover, which she has been using for more than 20 years. I received a new copy from my parents some years ago, during my first year at university.

The book is printed by A. Vallardi, and mine cost 14 euros. Despite the airplane weight limit, I managed to bring it to Japan as it doesn’t weight all that much.

The book was hard to make sense of at first, but little by little I’ve learnt a few culinary tricks, and I can now use the recipes by changing them slightly, or adding additional preparation steps not provided in the traditional recipe.

It’s a great book for traditional recipes, although you’ll need to have a lot of time to spend in the kitchen, as none of them mention how long they take and many need long preparation and cooking times. The results are usually completely satisfying. Oh, and they are definitely NOT good for diets. Not at all.

One of my favourite recipes is the stew.

Ingredients for 4-6 people:

  • 500gr veal shoulder or rib (or a lean pork cut)
  • 40gr butter
  • 2 tablespoons olive oil
  • 1 onion
  • 1 lemon
  • About 2 ladlefulls of stock (I suggest beef stock if you want a more savoury meat, but be careful: if it contains salt, you should adjust the seasoning).
  • 1 egg yolk
  • Salt and pepper
  • 2 laurel leaves (not in the original recipe)
  • Flour as needed (not in the original recipe)

Put the chopped onion in a saucepan with butter and oil and let it brown.
Cut the meat in pieces, and sprinkle some flour. This keeps the meat tender, at least according to my experiments =).
Add the meat pieces to the saucepan, and season with salt and pepper. Brown the meat on high heat with the laurel, and then add the stock. Let it cook on low heat for 45 minutes, stirring occasionally.

Beat the egg yolk with the lemon juice a few minutes before it is done.

Remove and keep the meat warm when it is done. Pour the egg yolk and lemon mixture into the gravy, and stir on low heat until the sauce has thickened.

Finally, pour it over the meat and serve hot.

This entry was posted in carne, meat and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s